Astor Piazzolla, cento anni di musica e parole

78-astor-piazzolla

Il grande compositore argentino che rivoluzionò il tango aveva i nonni in Garfagnana. Un settimana di eventi per festeggiare il centenario

LUCCA — Una vita quella di Astor Piazzola dedicata alla musica e alla rivoluzione di un genere, il tango, che Piazzolla sentiva “nuevo”.

A 100 anni dalla sua nascita a parlarne in 4 eventi, patrocinati da Sillabe e Opera Laboratori, sarà la antropologa italo-argentina María Susana Azzi. La musica di Piazzolla si sente in tutto il mondo, energica, melanconica, furiosa, struggente, un mix di tango, jazz, classica contemporanea.

Si parte il prossimo 11 luglio, alle ore 17, a Massa Sassorosso (Lucca) dove si terrà il primo dei quattro eventi con il concerto del Quintetto Italiano di Fisarmoniche (Ivano Battiston, Endrio Luti, Riccardo Centazzo, Massimo Signorini e Antonio Saulo), preceduto dalla presentazione del libro – edito dall’editore Sillabe e promosso da Opera Laboratori – Astor Piazzolla. Una vita per la musica.

L’autrice María Susana Azzi, sarà ospite di questo evento, voluto dall’Amministrazione comunale di Villa Collemandina e dal Parco Appennino nel Mondo all’interno del Festival Piazzolla per raccontare quel ramo della famiglia materna di Piazzolla che risiedeva nel cuore della Garfagnana lucchese. Ricordiamo infatti che Astor Piazzolla aveva origini italiane, era figlio di Vicente Piazzolla e Asunta Manetti. Mentre la famiglia Piazzolla era originaria di Trani, in Puglia, il nonno materno di Astor, Luis Manetti era emigrato in Argentina insieme a sua moglie Clelia Bertolami dalla Toscana, da Villa Collemandina nell’ottobre 1918.

Giovedì 15 luglio, alle ore 21.00, il Real Collegio di Lucca ospiterà nel Chiostro di Santa Caterina la presentazione del libro e la studiosa Azzi in una serata organizzata dall’Associazione Lucchesi nel Mondo in collaborazione con il Comune di Lucca, che nel 2018 l’ha insignita della medaglia d’oro.

Prima di raggiungere la solare cittadina pugliese di Trani, Susana Azzi sarà ospite del Festival Sassettango che si terrà a Sassetta, in provincia di Livorno, dal 16 al 18 luglio. Venerdì 16 luglio il Quintetto Italiano di Fisarmoniche si esibirà nel repertorio da camera di Piazzolla insieme alle parole di María Susana Azzi. Il Comune di Sassetta ha voluto dedicare un festival all’illustre musicista con tre serate d’eccezione che coinvolgono l’ensemble di fisarmoniche, l’ensemble del Conservatorio “P. Mascagni” di Livorno e il duo Oblivon, accompagnato da ballerini professionisti.

Il 18 luglio a Trani, nel Piazzale della Musica dedicato ad Astor Piazzolla presso la Villa comunale, all’interno della rassegna “Trani ti incanta”, l’Associazione Amici della Musica “Astor Piazzolla” renderà omaggio al centenario del Maestro con un incontro con l’autrice María Susana Azzi che racconterà del musicista ma anche dell’uomo Piazzolla, soffermandosi su alcuni interessanti episodi che lasciano emergere il carattere creativo e rivoluzionario del grande maestro.


Referencia:
https://www.quinewslucca.it/lucca-astor-piazzolla-cemto-anni-di-musica-e-parole.htm